Mimo. Tanti padri, un solo nome

Pubblicato da redazione il

Un romanzo di formazione (il solco è quello di Hesse, Salinger, Kerouac) a metà strada tra il reportage giornalistico e lo scandaglio interiore.

Mimo è eroe (come l’Ulisse di Omero o il Tramaglino di Manzoni) di un’epoca che cerca di uscire dai buchi neri della Storia”.

Emerge la figura del protagonista da intendersi come una maschera popolare, pagana oppure greca, indossata tra gli altri da Jodorowskj o De Filippo.

Guglielmo Sciacchepier (pseudonimo) con questo romanzo è al suo esordio narrativo.

E’ possibile acquistare qui la versione cartacea.

Categorie: narrativa

0 commenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: